Tag Archives: vedanta

Il significato del termine “Yoga”

La parola Yoga deriva dalla radice sanscrita Yuj (unire) alla quale si aggiunge il suffisso Ghan, che indica il compimento; quindi “ciò che unisce è chiamato Yoga”.

Panini, nella sua grammatica dedicata alla classificazione delle radici, dà tre significati di Yoga: Samyoga (unione), Samyamana (legare) e Samadhi (identificazione o dissoluzione dell’essere individuale nell’Essere Universale).
La tradizione afferma che il modo di raggiungere l’identificazione (Samadhi) è Chittavritti nirodah, cioè la soppressione di ogni modificazione mentale. Patanjali impiega questi termini per definire lo yoga e Vyasa considera i termini reintegrazione” e “identificazione” come sinonimi. Secondo il Vedanta, scopo finale dello Yoga è la realizzazione totale, ovvero l’unione, del sé individuale con il Sé universale. I vari trattati di yoga considerano la realizzazione totale come il fine verso il quale ogni pratica yogica deve tendere, poiché il termine “yoga” include sia il fine di questa realizzazione che i mezzi per raggiungerla. La parola Yoga può, allargandone il significato, indicare ogni forma di unione mediante la conoscenza, l’amore, l’azione ed ogni altro strumento di realizzazione.

Dopo avere eliminato ogni attaccamento ed essersi stabilito nel sentiero della realizzazione, bisogna rimanere nell’azione conservando un ugual spirito, sia se essa porta frutti che se non li porta. (Bhagavadgita II, 48) E ancora: Questo slancio prodigioso dello spirito verso teso verso la conoscenza di Sé, che conduce all’unione con il Brahman, con l’immensità suprema, si chiama Yoga (Vishnu Purana VI 7, 3)

(Tratto da “Il Tappetino” n°4 genn. 2012)

Suggerimenti bibliografici:
Patanjali – Yoga Sutra
Swami Tattwananda – Quintessenza del Vedanta
Vyasa – Bhagavad gita
Pruthi Raj K. – Purana

 

Posted in Approfondimenti, News, Yoga | Tagged , , , , ,